Per un week end di maggio le dimore storiche di Roma aprono i loro cortili alla primavera e all’arte.

 

Palazzo Cerasi Boncompagni, in via del Babuino 51, ospiterà il 21 e 22 maggio 2016, l’ Istallazione n. 20 di Cristiano e Patrizio Alviti, già esposta a Como nel 2015 all’interno di Mindfulness, progetto espositivo di colori e forme, materia e spirito, caos e cosmo, dei due fratelli romani.

Un tronco d’ulivo contorto e screpolato scolpito in un abbraccio si sovrappone alle sinuosità dello stesso albero che vive sulla tela in un intreccio di colori e colature, così abilmente plasmato da creare un’atmosfera misteriosa e magica, una foresta incantata, dalla quale forse sono usciti i due corpi fissati in una pelle di corteccia; il risultato è un armonioso dialogo fra la diversa intensità dei due lavori, legati senza soluzione di continuità.

Un dialogo cui i fratelli Alviti, ormai da anni sulla scena italiana ed internazionale, hanno dedicato tutta la loro produzione artistica. Il confronto fra le due personalità così diverse e comunque complementari e il mondo dell’arte è sempre stato uno dei fulcri della loro ricerca. E negli ultimi anni, particolarmente felice è stato l’incontro con un’altra forma d’arte tutta italiana: la produzione di olio di oliva. LAzienda Agricola Mapei ha donato loro tronchi di ulivi da scolpire e ritrarre.

In occasione dell’evento organizzato dall’ADSI (Associazione Dimore Storiche Italiane), la scelta di collocare l’Installazione n. 20 nel settecentesco palazzo Cerasi Boncompagni sembra ispirata al raffinatissimo Giardino dipinto della Villa di Livia; una versione moderna e tridimensionale nata dalla stessa intenzione di portare la natura all’interno dell’architettura, poetica oggi come più di duemila anni fa.

Arte contemporanea e tradizione del territorio, tutto concentrato in pochi metri quadri di architettura storica, per una passeggiata che prevede inoltre la degustazione di olii e vini d'autore prodotti dall'Azienda Agricola Mapei, il che renderà l’esperienza ancora più speciale e gustosa, potremmo dire culturalmente olistica, volendo giocare con le parole. Un piccolo evento che testimonia la passione e l’abilità di chi ha saputo nutrirsi della tradizione culturale italiana - arte natura territorio – renderla attuale e ancora una volta bandiera dell’Italia, paese unico al mondo.


Daniela Ciotola


Locandina Mindfulness a Cortili Aperti Roma