Carrello - € 0

Non hai articoli nel carrello.

È un inno ad uno dei primi firmatari del Manifesto Futurista ma soprattutto il simbolo di un bel gioco di squadra, in famiglia, quello che ha dato vita a Severino, il nuovo vino prodotto dall’Azienda Agricola Mapei.


Severino


Si tratta di uno Chardonnay che, imbottigliato in questi giorni, farà il suo ingresso in società fra Natale e Capodanno 2018, vestito dall’etichetta futurista realizzata da Angela Florio l’ideatrice di DecorAzione.

Così suo padre - Valerio Florio - che con le parole ha già dato vita a Bolle di Balla – lo spumante Brut, Fortunato – il Pecorino e Ardengo il Montepulciano d’Abruzzo ha immaginato l’arrivo dello Chardonnay in famiglia: “… per celebrare uno dei primi firmatari del Manifesto Futurista, Gino Severini, proporrei di chiamare Severino il nuovo prodotto dell'Azienda. L'austerità della parola "severo" è addolcita dal diminutivo: allusione autoironica che non dispiace rilevare in un prodotto vinicolo quasi sempre presentato con pomposa enfasi. E mi piace anche sottolineare che il carattere del giramondo Artista - poliedrico, duttile, fantasioso - è simile a quello del vitigno Chardonnay, che è coltivabile in moltissime regioni italiane o straniere, e genera vini d'ogni genere, fermi o frizzanti, freschi o invecchiati, barricati ecc…

D’altronde - conferma Pietro Tonini, che nelle campagne dell’Azienda Agricola Mapei ci lavora tutti i giorni – la terra d’Abruzzo è un’ambiente favorevole per questo vitigno internazionale.

Il vitigno Chardonnay ben si è adattato, anche grazie alla sua rinomata flessibilità, ai contrasti del garbino, dello scirocco e della tramontana tipici della collina pescarese. I terreni argillosi e ricchi di scheletro ne hanno esaltato i colori e i profumi che la raccolta a mano dei piccoli grappoli conserva integra”.



Per ordinare Severino solo o abbinato a Fortunato, Ardengo e Bolle di Balla il numero di riferimento è quello di Eleonora Tonini che risponde al +39.3470827240 o allo 085.847183 ma l'ideale è mandare una mail a info@agricolamapei.it perchè ultimamente è molto impegnata e alterna la presenza sul campo a quella in tv.

Guardate qui!

 

0 Comments | Posted in News By Maddalena Tonini

DegustAZIONE di olio, vino e conserve

Azienda Agricola Mapei

www.agricolamapei.it 

MACCHIE D’OLIO IN CORTILE

17 e 18 dicembre 2016

dalle 10 alle 20.00

Via del Babuino, 51 Roma


 

Macchie d'Olio in Cortile è una degustazione di olio, vino e conserve dell'Azienda Agricola Mapei.
In trasferta a Roma per un intero fine settimana la Dispensa Mapei - con le sue gelatine, i ceci, le confetture e il mistico Santopalato - trova spazio all'interno della galleria d'arte di Palazzo Cerasi che per l'occasione espone le più grandi opere della famiglia Mapei - olio e vino d'autore - prodotti in Abruzzo, sulle colline noccianesi.
L'appuntamento è per il 17 e 18 dicembre dalle 10 alle 20.00 nel cortile del civico 51 di via del Babuino che nel 1887 ospitò la fontana del Sileno il quale, noto per la sua bruttezza, diede il nome alla strada.
Subito dopo averlo incontrato davanti a Sant'Attanasio, camminando fino all'altezza  della chiesa anglicana troverete il portone aperto e le nostre bottiglie pronte per essere stappate al vostro arrivo.
Vi aspettiamo!

Palazzo Cerasi
Via del Babuino, 51
00187 Roma
Maddalena. 3471893253
Eleonora. 3470827240
0 Comments | Posted in News By Maddalena Tonini

Sabato 27 agosto, ore 19.00

Degustazione di vini e prodotti dell'Azienda Agricola Mapei


 



Vi aspettiamo al Trappeto Mapei di Nocciano per celebrare insieme  della raccolta delle uve. Un percorso eno-gastronomico di vini e prodotti dell'Azienda Agricola Mapei che, tra il Gran Sasso e la Maiella, produce quattro varietà di olio extravergine D.O.P - l’Aprutino Pescarese, il Leccio del Corno, l’Itrana e il biologico – e tre differenti vini - Fortunato, il bianco Pecorino IGT; Ardengo, il rosso D.O.C. Montepulciano d’Abruzzo; Bolle di Balla, lo spumante Brut di Pecorino. A questi si aggiungono alcuni prodotti biologici - ceci, farro, gelatine di uva e marmellate - protagonisti dei piatti proposti durante la serata.  

 

Sarà facile trovare la strada per il Trappeto Mapei perché dalle ore diciannove le indicazioni ve le daranno le note - di blues, soul e musica d’autore italiana - provenienti dalle vigne, dove suonerà il giovane artista Luca Mongia con i musicisti abruzzesi Mirko Di Staso, basso elettrico; Fabio Della Cuna, sax; Giacomo Pasutto, batteria.

 

 

Con il calar del sole la facciata dell’Azienda Agricola Mapei s’illuminerà grazie ai lavori di DecorAzione di Angela Florio, proiettati en plein air.

 

Alle venti l’appuntamento è con l’Abruzzo e i racconti di Valerio Florio.

 

Vivace sarà lo show cooking di Francesca Romana GaglioneTheFoodorialist.com – live dall’Abruzzo e online sui social con una ricetta a base di prodotti della Dispensa Mapei da abbinare agli olii extra vergine D.O.P. e ai vini, Fortunato, Ardengo e Bolle di Balla.

 

Alle ventuno e trenta le gioie e i dolori di “Fottuta campagna” (Fazi Editore 2016) -

 

della scrittrice Arianna Porcelli Safonov - ci faranno sorridere grazie al RìDING Tristocomico interpretato dal suo alterego Madame Pipì.

 

Per condire le emozioni della serata con la gioia del palato abbiamo ideato un menù nostrano al quale sarà possibile accedere solo con il

 

Kit degustazione (al costo di 5euro o 10euro con gadget)

 

Per prenotare il kit online Cliccate qui

oppure scrivete a dispensa@agricolamapei.it

indicando nome, numero ed età dei partecipanti.

Oppure telefonate ai numeri 347/1893253 e 085/847183



 

0 Comments | Posted in News By Maddalena Tonini

Grano, fiori e miele Mapei


Il grano saraceno, i suoi fiori, il miele e le api Mapei. Un ecosistema green che fa contenti tutti!

 

Simpatizzanti del carboidrato, amanti del convivio, appassionati della buona avola… quale gaudente Mapei avrebbe mai pensato di dover valutare un “grano diverso” per poter sfamare gli eterogenei palati della famiglia,con un sano piatto di pasta?

La sfida al contrappasso ci ha rafforzato e invece di immaginare una sola soluzione ne abbiamo trovate due in un unico seme, la cui varietà mellifera è ideale sia per i celiaci che per le nostre api: il grano saraceno.

 

Malgrado il nome non si tratta di un cereale bensì - appunto - di un seme, della stessa famiglia del rabarbaro e dell’acetosa. Una pianta  erbacea (dai fiori bellissimi), annuale, che compie il suo ciclo biologico in 80-120 giorni.

 

Vogliamo alimentare le nostre api con una coltura di grano saraceno al duplice scopo di produrre una farina adatta ai celiaci…” questo è lo slogan greenpapà Pietro Tonini che si sta prodigando per saziare gli “affamati”. 

 

Grazie all’operosità di Eleonora - la quale alimenta con coraggio e dedizione l’Apificio Mapei e produce una quantità preziosa di Miele di Mele – sono stati seminati due ettari di “oro” che non necessita di concimazione né di diserbo (perché ha di per sé una funzione che impedisce la crescita delle infestanti) ma che ha un peso specifico molto basso.

 

Questa “leggerezza” ha dato vita ad una farina nutriente ed energizzante - con le sue 343 calorie per etto – è da considerare come una gradevole alternativa al riso e un ottimo sostituto per coloro che sono sensibili al frumento o ad altri cereali che contengono le proteine del glutine.

 

Il polline invece se lo spartiscono le api che in cambio ci regalano una modesta ma generosa dose di dolcezza.

 

Ormai entrato nel ricettario bio degli chef 2.0 il grano saraceno dell'Azienda Agricola Mapei sarà venduto nella Dispensa Mapei il prossimo Natale.

 

Per il #MielediMele invece conviene scrivere ad info@agricolamapei.it e sperare che l'apicultrice ne abbia tenuto da parte un vasetto anche per voi affezionati!




0 Comments | Posted in News By Maddalena Tonini

La volta scorsa ci siamo proprio divertite!

 

Questo CORSO di INTRECCIO e RICICLO della CARTA ha davvero un valore terapeutico, ecco perchè abbiamo deciso di organizzarlo nuovamente Sabato 21 giugno dalle 15.00 alle 19.00 e Domenica 22 dalle 9.30 alle 13.30 presso l'Azienda Agricola Mapei che, con i suoi spazi - interni ed esterni - ci regala sempre grandi emozioni.

 

Ne gode il palato al quale offriamo spuntini gustosi e salutari per colazione e merenda; ne gode la creatività, stimolata dal lavoro manuale e soprattutto ne gode la tradizione, alla quale ci ispiriamo per creare degli oggetti nuovi fatti di carta riciclata, dunque eco-sostenibili.

 

Per partecipare potete mandare una mail a info@agricoloamapei.it oppure telefonare al 338/7434591.

 

Se invece siete curiosi e volete solo passare a vedere, impostate il navigatore... ci trovate qui: Azienda Agricola Mapei 

 

Oppure sfogliate la GALLERY con le foto delle borse, ceste e creazioni!

 

CORSO di INTRECCIO e RICICLO della CARTA

Base + avanzato (45 euro a lezione)

presso l’Azienda Agricola Mapei - Nocciano (PE)

per prenotazioni: info@agricoloamapei.it

Tel. 338/7434591


0 Comments | Posted in News By Maddalena Tonini


Saranno state le bolle effervescenti e cortesi, oppure l’etichetta simbolica ed efficace, fatto sta che Bolle di Balla ha fatto carriera ed è entrato a far parte del Menù dell’Osteria della Forchetta, il ristorante gestito da Marco Orsolini


Dopo Fortunato e Ardengo, Bolle di Balla – lo spumante di Pecorino dell’Azienda Agricola Mapei - si è aggiudicato un posto in prima fila nella lista dei vini dell’Osteria della Forchetta. Con orgoglio vi comunichiamo che al suo posto – prima - c’era un prodotto rinomato, che per privacy non stiamo qui a citare, anche perché ora i riflettori sono accesi solo su di lui, il nostro "brut" ma davvero buono, tanto apprezzato dai clienti di Marco Orsolini: Bolle di Balla. 


Per raccontare e romanzare la storia di questa vittoria è bene partire dall’inizio, ovvero dall’etichetta, un vero inno al dinamismo e alla luce che contraddistinguono l’opera dell’artista - Giacomo Balla – al quale lo spumante dell’Azienda Agricola è dedicato e al quale Angela Florio, si è ispirata.

Lei - la fondatrice del movimento decorAzione nonché Art director dell’Azienda Mapei – ha trasformato in immagine l’ennesimo scatenamento di cervelli della famiglia che, celebrando l’autore del Manifesto Futurista, ha concluso il tutto con un gioco di parole onomatopeico. Bolle di Balla: solo a dirlo fa sentire il gusto scintillante del prodotto!

Bolle di Balla  è uno spumante ottenuto al 100% con uve Pecorino (un vitigno autoctono abruzzese recentemente riscoperto) . Le piacevoli bollicine di questo  spumante secco prodotto con il metodo Martinotti (o Charmat) rappresentano per l’Abruzzo una vera e propria innovazione. Le uve sono state tutte raccolte manualmente nei vigneti di proprietà dell’azienda  e sono state sottoposte a 5 mesi di rifermentazione in autoclave d’acciaio, contro i 90 giorni soliti a cui viene sottoposto un prosecco. Di bel colore giallo paglierino carico, dal perlage fine e dai profumi di ginestra e frutta gialla matura, di buon corpo e con un  finale inaspettatamente lungo, conserva i profumi vivaci e fragranti tipici del Pecorino rendendolo allo stesso tempo più stuzzicante. Può essere servito come aperitivo, ma accompagna benissimo tutti i piatti freddi.

Per i più pigri assaggiarlo senza uscire è possibile facendo un ordine nel nuovo shop online dell’Azienda Agricola Mapei. Per chi invece non vuole rinunciare a quel calore che ti fa sentire a casa, proprio ora che l’inverno ha cominciato a farsi sentire, c’è un posto fra i Prati di Roma che noi Mapei vi segnaliamo: l’Osteria della Forchetta.

Qui l’avventura Futurista nel nonno Dino e la qualità dei prodotti della nostra azienda sono stati molto apprezzati e dunque vi incoraggiamo ad assaporare quel clima ospitale nel quale ci siamo riconosciuti anche perché, da oggi, nel menù di Marco Orsolini, troverete anche Bolle di Balla.

0 Comments | Posted in News By Maddalena Tonini