Carrello - € 0

Non hai articoli nel carrello.

Open House bagnato, Open House fortunato!

Il clima è variabile e forse pioverà ma quello che importa è che questo Open House a Testaccio sarà bagnato dalle bollicine dell'Azienda Agricola Mapei!

@BollediBalla, insieme alla pizza al sesamo di @CasaManco, saranno il contorno salato di questo evento romano che vede protagonista una bella casa con mattoncini, travi e volte, al centro di Testaccio!

 

0 Comments | Posted in News By Maddalena Tonini


Saranno state le bolle effervescenti e cortesi, oppure l’etichetta simbolica ed efficace, fatto sta che Bolle di Balla ha fatto carriera ed è entrato a far parte del Menù dell’Osteria della Forchetta, il ristorante gestito da Marco Orsolini


Dopo Fortunato e Ardengo, Bolle di Balla – lo spumante di Pecorino dell’Azienda Agricola Mapei - si è aggiudicato un posto in prima fila nella lista dei vini dell’Osteria della Forchetta. Con orgoglio vi comunichiamo che al suo posto – prima - c’era un prodotto rinomato, che per privacy non stiamo qui a citare, anche perché ora i riflettori sono accesi solo su di lui, il nostro "brut" ma davvero buono, tanto apprezzato dai clienti di Marco Orsolini: Bolle di Balla. 


Per raccontare e romanzare la storia di questa vittoria è bene partire dall’inizio, ovvero dall’etichetta, un vero inno al dinamismo e alla luce che contraddistinguono l’opera dell’artista - Giacomo Balla – al quale lo spumante dell’Azienda Agricola è dedicato e al quale Angela Florio, si è ispirata.

Lei - la fondatrice del movimento decorAzione nonché Art director dell’Azienda Mapei – ha trasformato in immagine l’ennesimo scatenamento di cervelli della famiglia che, celebrando l’autore del Manifesto Futurista, ha concluso il tutto con un gioco di parole onomatopeico. Bolle di Balla: solo a dirlo fa sentire il gusto scintillante del prodotto!

Bolle di Balla  è uno spumante ottenuto al 100% con uve Pecorino (un vitigno autoctono abruzzese recentemente riscoperto) . Le piacevoli bollicine di questo  spumante secco prodotto con il metodo Martinotti (o Charmat) rappresentano per l’Abruzzo una vera e propria innovazione. Le uve sono state tutte raccolte manualmente nei vigneti di proprietà dell’azienda  e sono state sottoposte a 5 mesi di rifermentazione in autoclave d’acciaio, contro i 90 giorni soliti a cui viene sottoposto un prosecco. Di bel colore giallo paglierino carico, dal perlage fine e dai profumi di ginestra e frutta gialla matura, di buon corpo e con un  finale inaspettatamente lungo, conserva i profumi vivaci e fragranti tipici del Pecorino rendendolo allo stesso tempo più stuzzicante. Può essere servito come aperitivo, ma accompagna benissimo tutti i piatti freddi.

Per i più pigri assaggiarlo senza uscire è possibile facendo un ordine nel nuovo shop online dell’Azienda Agricola Mapei. Per chi invece non vuole rinunciare a quel calore che ti fa sentire a casa, proprio ora che l’inverno ha cominciato a farsi sentire, c’è un posto fra i Prati di Roma che noi Mapei vi segnaliamo: l’Osteria della Forchetta.

Qui l’avventura Futurista nel nonno Dino e la qualità dei prodotti della nostra azienda sono stati molto apprezzati e dunque vi incoraggiamo ad assaporare quel clima ospitale nel quale ci siamo riconosciuti anche perché, da oggi, nel menù di Marco Orsolini, troverete anche Bolle di Balla.

0 Comments | Posted in News By Maddalena Tonini